venerdì 7 novembre 2008

Il reato d'opinione

Ora, non sono nota per essere una brava commentatrice politica, però stavolta vorrei dire la mia.
Che la senatrice Paola Binetti possa dire queste cose è già scandalosamente scandaloso di suo.
Che poi, a fronte di una vibrante protesta della deputata Anna Paola Concia, affermi di essere stata fraintesa è ridicolo.
Che, dulcis in fundo, il buon Uolter - pur condannando queste posizioni - affermi che all'interno del PD non esiste il reato d'opinione...
...beh, francamente è troppo!
Con tutto che la prossima volta piuttosto che votare PD (l'ho fatto, lo ammetto) mi faccio suora, a me sembra che (A) trincerarsi dietro al non-esiste-il-reato-d'opinione è troppo comodo (ché in questo modo si rischia di giustificare pure Hitler, che - porello - anche lui c'aveva le sue opinioni) e (B) il PD più che un "grande partito" mi sembra un "partito grande", pure troppo.

Nessun commento: