martedì 9 dicembre 2008

La parola: bellezza allo stato puro

«Uno dei letti che tiene detto suo marito con uno dei due cortinaggi, materassi, lenzuolo, coperta e federe dei guanciali per detto letto.
Una giubba da donna di cammellotto turchino;
1 gonnella di cammellotto colore di rubino;
un grembiule di turbante rigato;
2 detti d’indiana
Un caldanino di rame da mano scoperto
Un ritratto rappresentante il di lei fratello con cornice dorata regalatole da suo fratello;
Tre seggiolette dorate di palermo;
una lucernina d’ottone a tre lumi.
Un manicotto da donna di pelle di lupo con nastri rossi;
un paro di scarpe da donna di camoscio nero;
2 pezzole di Bastiglia a righe;
2 dette di seta di diversi colori;
2 tovaglie;
4 tovaglioli;
2 sciugamani;
1 involto di diverse pezze di mantino verde da fare un fiandrotto;
4 para calze che 2 di raso e 2 di cotone».

[Carte processuali livornesi del Settecento]

Nessun commento: