domenica 21 dicembre 2008

Non riesco più a leggere

Insomma, il comodino langue. Mi vergogno anche un po', ma non riesco a farmi prendere dai libri, non da tutti, almeno.
Ho provato a leggere questo ma, mi ha fatto venire l'ansia e l'ho mollato.

Poi ho provato con questo, ma di madri separate a forza dai loro figli sinceramente non ho il fegato di leggere, quindi non saprò mai se c'era un lieto fine

prima di ero buttata su questo, perché lo consiglia Nick Hornby e mi sono fidata...ma niente!

ho provato anche con Safran Foer, il piccolo genio de Molto forte, incredibilmente vicino, ma nonostante la bella penna di Massimo Bocchiola, non mi ha preso

su consiglio dell'Amica, poi, mi sono affidata a Giuseppe Genna...sono arrivata a metà, ma non ce la faccio...c'ho gli incubi di notte...però il libro è bello, lo riconosco (consigliato ai duri di pelo gastrico)

sempre per stima nei confronti dell'autrice, mi sono provata a leggere anche questo...'na palla...


Questo l'elenco dei miei fallimenti letterari...però di cose belle ne ho lette...è solo che sono apatica da un po'.
Si accettano consigli.

2 commenti:

langueparole ha detto...

Questa sensazione di apatia nei confronti della lettura la conosco bene, e della mia lista fanno parte molti di quelli che sono nella tua!:-)
Unica cosa carina letta di questi tempi, e sottolineo, carina, niente di più, è stato La notta si avvicina di Camilla Noli, anche se la storia è un po' "truce" in quanto si indaga nei sentimenti di una madre che uccide la propria figlia pur di riappropriarsi della sua vita di prima...
Comunque ho anche io una waiting list pouttosto lunga sul comodino, se ci saranno sorprese positive ti farò sapere...

Marina

SaraMi ha detto...

...ogni consiglio è (quasi*) sempre ben accetto...

*sì, perché la madre che uccide la figlia proprio no! ;-)