lunedì 5 gennaio 2009

Nuova linfa al mio comodino

Per superare la crisi, mi sono affidata alla cara vecchia Sophie Kinsella, che mamma e papà hanno battezzato Madeleine Wickham. Non mi ha delusa. Romanzo facile, palatabile, intelligente pure. Uno di quelli che ti dispiace finire.

Poi, siccome alla chick-lit non c'è mai fine, mi sono data a questo:

caruccio, ancora in lettura, un po' gggiovane per una vecchia gallina come me, ma mi ricorda ciò che sarei potuta diventare se a vent'anni fossi stata più spensierata e mi fa sorridere identificare me e l'Amica con le protagoniste.
Fra l'altro è un gran bell'esercizio di traduzione, quindi complimenti ad Antonella Viale.
Last but not least...

opera traduttoria dell'ottimo Yako, che Mondadori praticamente costringe a leggere catturando il lettore fin dagli scaffali della libreria con una strepitosa grafica anni Cinquanta. Una volta acquistato sei intrappolato: la storia è avvincente, la voce narrante scoppiettante, la penna traduttoria felice, persino il font ha ritmo. Quindi attenzione, io ve lo consiglio caldamente, ma poi non venite a lamentarvi con me se state su la notte per leggerlo.

2 commenti:

valverde ha detto...

La Kinsella la leggiucchio anch'io dico leggiucchio perchè mi dimentico sempre quali libri suoi ho già e così ho il terrore di ricomprane uno...(mi è successo a volte, quei "dannati" cambiano le copertine e mi ritrovo un doppione grrr.. evvabbè sono MOLTO distratta!)... però ultimamente non son più andata dal mio spacciatore abituale di libri!che sta in centro; così mi son ritrovata a rileggere un tot di roba che avevo in casa e alla fine mi son ridotta a leggermi l'agenda Minù del gatto !e a sfogliare compulsivamente il "mattone " ( per il peso in chili) di "365 gg. per salvare il pianeta" , manuale ecologico bellissimo e pesante da tenere il bilico sul petto sopra le coperte mentre leggo a letto la sera con gli occhiali da vicino...acc.. che tristezza ! ;))) baci ross
pssst... ti devo scrivere per la storia della dieta...!!!

Giuseppe Iacobaci ha detto...

la kinsella, quella di "I love shopping con il mio criceto mannaro"?
aaarrrggghhhh! :-))) grazie per l'"ottimo" e la "penna traduttoria felice"!