lunedì 23 febbraio 2009

Non siamo liberi di ignorarlo

Ieri mattina alle nove e mezza, dopo due ore di stiratura (ché sono una brava casalinga), mi sono appanzata sul divano con il terzo caffè e ho avuto la malaugurata idea di accendere la tivvù. Gli speciali su SanRemo si sprecavano e me ne sono guardata uno alla ricerca, mio malgrado, di notizie sugli Afterhours. Ho scoperto che ha vinto Marco Carta, al cui confronto canoro io sono la Callas, che si è classificato terzo un Sal-qualcosa e che Povia è arrivato secondo. A coronamento di tutte le polemiche sulla sua canzone, hanno fatto sentire un pezzo del brano.
Ora, io ho solo due cose da dire: sono disgustata dal pan-berlusconismo imperante su tutti i canali tivvù italiani, e sono addolorata per come i media ci fanno passare un messaggio così inqualificabile in un contesto come questo, un contesto che, per forza, attira quantomeno la curiosità di tutti. In un'edizione del festival seguita da tanti giovanissimi in virtù della presenza dell'ex Amico defilippiano, si fa passare un messaggio come quello di Povia che, non pago di fare illazioni sulla guarigione dall'omosessualità, lascia anche intendere che il Luca della sua canzone stava con un uomo solo per il sesso, ma per essere felice ha dovuto trovarsi una donna.
Sentito questo, la mia mattina aveva già preso fuoco. Il Marito commentava aspramente dalla cucina, io mi sono limitata a spegnere la tivvù indignata.
Da ieri ripenso con dolorosa tristezza a quanta ragione ha il sempre acutissimo Wendell a scrivere un lungo e profondo post sul tema (lettura consigliata, unitamente alla geniale ironia dell'ottimo Yako ).

domenica 22 febbraio 2009

Aggiornamenti dalla tenuta

Il Marito sta lavorando come un mulo all'abbattimento dei due ettari da rinnovare.
In ordine di apparizione: ex file di conference che diventeranno file di prugne, ex quadro di decana con carreggiata centrale, ex quadro di decana, ex quadro di abate.




Va da sé che cotale lavoro di abbattimento/rinnovamento produce un ingente quantitativo di legna, che, come si vede, arriva al primo piano della casa...


Nell'aia regna poi incontrastata la terra, a cumuli, sembra una trincea...

...e ognuno si barcamena come può...
il trattore con la sua personale coperta di Linus

e le nostre fedeli produttrici di uova fresche

poi c'è il piccolo pascià...si chiama Gilberto, è un galletto francesino approdato da noi la scorsa estate ed entrato subito nelle grazie del Marito...adesso sono amici intimi, tanto che il Marito non può entrare nel pollaio senza che Gilberto gli salga in spalla e gli becchetti il piercing (che alla sua età se lo potrebbe pure togliere, ma questa è un'altra storia!)

Concludo con quella che più che una foto è un atto di fede: oggi è il portico, domani sarà la mia meravigliosa cucina country...

sabato 14 febbraio 2009

venerdì 13 febbraio 2009

A chi voglio darla a bere?

La verità è che sono scoglionata come pochi (si può dire?).
Vivo in una bolla di immobilità, cozzo contro il vetro della vita, la quale - come sempre - è più coriacea di me.
Uno dei tanti "bassi" di un mestiere zeppo e zuppo di sinusoidi.
Tutti i tentativi di smuovere le acque vanno a vuoto.
Persino il computer è rallentato, piantato, non reattivo.
Resto in quasi fiduciosa attesa del prossimo "alto".

Risorse per traduttori

Un'amica mi manda quella che sembra la classica catena via mail, in realtà trovo che sia un'importante fonte di sfondoni a potenziale uso professionale...metti che ti trovi a tradurre un personaggio che parla strano...questa è una miniera!

- Quando muoio mi faccio cromare.

- Di fronte a queste cose rimango putrefatto!

- Arriva il treno, hai blaterato il biglietto?

- Come faccio a fare tutte queste cose simultaneamente? Dovrei avere il dono dell'obliquità!

- Basta! Vi state coagulando contro di me!

- È nel mio carattere: quando qualcosa non va, io sodomizzo!

- Anche l'occhio va dalla sua parte...

- Non so a che santo riavvolgermi.

- Avete i nuovi telefonini GPL?

- Il cadavere presentava evidenti segni di decesso.

- Prima di operarmi mi fanno un' autopsia generale.

- Abbiamo mangiato la trota salmonellata.

- Vorrei un'aspirina in supposte effervescenti.

- Vorrei una maglia con il collo a volpino.

- Vorrei una pomata per l'Irpef.

- Tu non sei proprio uno sterco di santo.

- È andato a lavorare negli evirati arabi.

- A forza di andare di corpo mi sono quasi disintegrata.

- Mia nonna ha il morbo di Pakistan.

- La mia auto ha la marmitta paralitica.

- Verrà in ufficio una stragista per il tirocinio.

- Sono momentaneamente in stand-bike.

- Da vicino vedo bene, è da lontano che sono lesbica.

- Mi sono fatta il Leasing al viso.

- È inutile piangere sul latte macchiato.


mercoledì 11 febbraio 2009

Petunia




L'8 maggio dello scorso anno iniziava quello che sarebbe diventato uno dei più importanti viaggi mai fatti dentro a me stessa, un viaggio che - formalmente - si è concluso ieri. Oggi, a diciotto chili di distanza da quella che non ero, non riesco nemmeno a guardarmi indietro tanto non mi riconosco. "Me stessa in divenire" ho detto tante volte. Ieri ho preso coscienza definitivamente di esserlo diventata. Adesso capisco appieno il significato degli ultimi due mesi, la virata professionale e quella personale. Ieri mi sono state formalmente tolte le metaforiche stampelle e ho pianto. Pensavo fossero lacrime di paura, invece erano lacrime di gioia e di sollievo nel constatare che so stare in piedi da sola.
«E allora facciamolo!*»



*chi capisce la citazione vince un caffè

martedì 10 febbraio 2009

Testamento biologico

Lungi dal voler commentare la vicenda di Eluana Englaro, ché lascio questo compito a menti più profonde della mia, voglio tuttavia chiosare con le parole del mai abbastanza compianto Fabrizio de André:
«L'inferno esiste solo per chi ne ha paura»

domenica 8 febbraio 2009

Oroscopo della settimana - 6/12 febbraio

Ho tre domande da farti, Scorpione.
1) Dove andrai la prossima volta per soddisfare il tuo particolare bisogno di trovare un carburante sempre diverso?
2) Chi ti aiuterà a cambiare l'ambiente che ti circonda per renderlo più compatibile con i tuoi desideri?
3) Quali influenze utili cercherai di attirare nella tua sfera mentre affini le tue ambizioni?
Le prossime settimane saranno un buon periodo per coltivare la tua rete di alleanze e trovare una risposta a queste domande.

Tratto da Internazionale

giovedì 5 febbraio 2009

Post inutile

Domani vado all'Ikea.
C'entra qualcosa?
Interessa a qualcuno?
Ne dubito.
Però sono contenta come un tornado in un parcheggio di roulotte (e qui chi capisce la citazione vince un caffè).
Son contenta perché alimento la mia parte casaling-femminile che si occupa della casa in gonnella, e san Girolamo sa quanto ne ho bisogno.
Tovagliette all'americana, runner, bicchieri e asciugamani, arrivo!