mercoledì 30 dicembre 2009

Il potere della musica e del cervello umano


Questa è stata la prima canzone che ho cantato al Bambino. Lui aveva forse qualche settimana, io di certo poca fantasia, e ho estratto dal mio scarso patrimonio musicale il primo brano disponibile.
A quattro anni di distanza, mi dice:
"Mi canti quella canzone che mi cantavi quando ero piccolo, così mi rilasso?"
E io:
"Quale?"
E lui:
"Che serà"
Io, allibita, comincio a cantare. E lui mi segue.
La comprensione del funzionamento del cervello umano richiede decisamente un atto di fede.

3 commenti:

idefix973 ha detto...

quindi se uno canta a un neonato "meno male che silvio c'è" ha creato un mostro!!!!!!

SaraMi ha detto...

'na traggedia! ;-)

Alliandre ha detto...

Mio figlio in sala parto, appena nato, s'è voltato e ha sorriso all'altoparlante della filodiffusione che trasmetteva Dave Brubeck Quartet (lo ascoltavo sempre quando ero incinta)