sabato 30 ottobre 2010

"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare"

Cioè uno di quei momenti in cui ti accorgi che qualcosa è cambiato, qualcosa di profondo e di determinante. Ti rendi conto di aver abbandonato un'abitudine che avevi da ventidue anni, un tic contro il quale hai combattuto per due terzi della tua vita, che credevi più forte, automatico e inconscio di te. E sei ancora incredula, ma sorridi a questa nuova te che vuole solo farsi conoscere.

1 commento:

Artemide Diana ha detto...

è stupendo.
Non ho capito la cosa della vertigine, ma va bene lo stesso.

Io non ho vertigini e amo precipitarmi dall'alto (mi limito ai parchi giochi, Mirabilandia, DisneyParis aut similia).