lunedì 6 agosto 2012

primo taglio alle funzioni vitali

"Primo taglio alle funzioni vitali della casa pluricentenaria: scollegato il telefono fisso." Così recita lo status su Facebook di mio marito. La cruda efficacia di questa immagine mi colpisce come uno schiaffo, mando giù il nodo alla gola e proseguo col mio lavoro.
Fin dall'inizio ho scacciato con cura il pensiero della demolizione, premessa necessaria alla ricostruzione, e questa immagine me l'ha fatto tornare alla mente con prepotenza.
Passa qualche ora e il marito mi stupisce com'è solito fare: mi squilla il cellulare, lo schermo dice "Campagna 05966****". Ho un tuffo al cuore e mi vengono le lacrime agli occhi. Da quanto tempo non vedevo quella scritta!
Lui era tutto felice della sorpresa riuscita: il telefono è stato allacciato all'interno del capannone e presto metterà anche il modem (io già penso al fresco del capannone per lavorare).
Ho provato la stessa emozione di quando ha recuperato la valigia dei cd e mi sono resa conto che, sì, il ciclo di distruzione e rinascita continua.
Questo primo taglio delle funzioni vitali assume i contorni del trapianto.

Nessun commento: